Il pesce favorisce gravidanze più sane

Il pesce favorisce gravidanze più sane

Inserire il pesce nella dieta bilanciata della gravidanza porta una serie di benefici per la mente e il corpo sia della madre che del bambino.

L’alimentazione è un fattore chiave nel portare a termine la gravidanza con la nascita di bambini in salute. I professionisti del settore medico raccomandano che le donne gravide o che allattano assumano almeno due porzioni alla settimana di pesce. Le specie ricche di grassi sani contribuiscono a fornire i grassi DHA e EPA di cui l’organismo ha bisogno per mantenere sani durante tutta la gravidanza la mamma e il bambino. Alcuni studi hanno dimostrato che i bambini le cui madri mangiavano pesce durante la gravidanza avevano maggiori capacità cerebrali rispetto a quelli le cui madri non avevano consumato pesce.

Il pesce offre molti benefici sia alla madre che al bambino:

  • Maggiori livelli di acidi grassi omega-3 marini negli ultimi mesi di gravidanza possono ridurre il rischio di depressione post-parto. Durante l’ultimo trimestre di gravidanza la madre esaurisce i grassi sani e naturali DHA e EPA, che vengono utilizzati per la formazione del cervello del bambino. Rifornirsi di acidi grassi omega-3 mangiando più pesce aiuta a ridurre il rischio di depressione.
  • L’assunzione regolare di acidi grassi omega-3 marini può aiutare i bambini a sviluppare maggiori capacità cerebrali, migliore coordinazione fisica e anche capacità di socializzazione più avanti nel corso della vita.
  • Mangiare pesce ricco di oli naturali in gravidanza aiuta a formare un’ossatura forte nei bambini dato che il pesce contiene vitamina D, che assicura un efficace assorbimento di calcio nell’organismo.
  • Il pesce contiene anche iodio, che aiuta uno sviluppo armonico, buoni livelli energetici e metabolismo regolare. La mancanza di iodio può portare a sintomi come stanchezza, letargia, depressione e ingrossamento della tiroide.
  • Come posso aumentare consumo di pesce durante la gravidanza?

Considerato che il pesce è una parte così importante dell’alimentazione in gravidanza è una buona idea pensare a come mangiare il pesce anche tra un pasto e l’altro. Ci sono diverse ricette per preparare un delizioso sandwich di pesce: aringhe in salamoia e ling sono tutti adatti sia per colazione che per uno spuntino serale. E per pranzo perché non provare un gustoso hamburger di pesce o un’insalata di stoccafisso?

  • Ci sono tipi di pesce più importanti di altri ai fini di una gravidanza sana?

I diversi tipi di pesce contengono quantità differenti dei nutrienti più importanti. Pesci grassi come salmone, aringa e sgombro sono buone fonti di acidi grassi omega-3 marini e di vitamina D in particolare. Pesci più magri come il merluzzo contengono molto iodio e una porzione di questo pesce fornisce il necessario apporto giornaliero di acidi grassi omega-3 marini. Il miglior suggerimento è quindi di consumare pesce sia grasso che magro.

  • Posso mangiare sandwich con le aringhe durante la gravidanza?

Sì, certamente! Per le donne gravide e tutti gli altri che si preparano i sandwich usando aringhe fresche è consigliabile congelare il pesce prima di utilizzarlo in modo da eliminare eventuali parassiti.

  • Posso mangiare Baccalà durante la gravidanza?

Non ci sono motivi per dover evitare questo tipo di pesce durante la gravidanza.

Fonti: Richardson and Montgomery: “The Oxford-Durham Study: A Randomized, Controlled Trial and Dietary Supplementation With Fatty Acids in Children With Development Coordination Disorder”. Hibbeln: “Seafood consumption, the DHA content of mothers’ milk and prevalence rates of postpartum depression: a cross-national ecological analysis”. Åberg et al: “Fish intake of Swedish male adolescents is a predictor of cognitive performance”. Hibbeln et al: “Maternal seafood consumption in pregnancy and neurodevelopmental outcomes in childhood (ALSPAC study): an observational cohort study”. Rapporto del Norwegian National Council for Nutrition: ”Dietary guidelines to promote public health and prevent chronic illnesses in Norway – Methodology and scientific knowledge basis”, capitolo 25: ”Diet and prevention of neurodegenerative illnesses and mental health”.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi